Trelleborg adotterà fonti energetiche rinnovabili nel suo impianto produttivo di pneumatici in Sri Lanka

Trelleborg

Trelleborg adotterà fonti energetiche rinnovabili nel suo impianto produttivo di pneumatici in Sri Lanka

Trelleborg Wheel Systems riprogetterà completamente il processo di produzione a vapore del suo stabilimento in Sri Lanka attraverso l'introduzione di una caldaia a biomassa avanzata. Questo importante investimento non solo ridurrà l'impatto ambientale dell'impianto, ma ne migliorerà anche l'efficienza produttiva. Lo stabilimento di Trelleborg, situato a Makola, vicino a Colombo, impiega oltre 850 dipendenti e produce gomme solide per la movimentazione di materiali e per l'industria portuale, oltre a pneumatici per applicazioni agricole leggere.

La produzione di vapore è essenziale per il processo di polimerizzazione dei pneumatici, e tradizionalmente viene effettuata attraverso una caldaia a gasolio, con conseguenti notevoli emissioni di CO2. Trelleborg sta investendo in una caldaia avanzata a biomassa che riduce le emissioni di CO2 di oltre il 90%. Il progetto è stato avviato e il nuovo processo sarà pienamente operativo a partire da giugno 2019.

Paolo Pompei, Presidente di Trelleborg Wheel Systems, dichiara: "L'investimento è in linea con l'obiettivo aziendale di considerare l’impatto ambientale lungo l'intero ciclo di vita degli pneumatici, dalla progettazione sino al termine del loro utilizzo, per ridurlo significativamente sia nei processi di produzione sia nei prodotti. L'introduzione di una nuova caldaia alimentata a biomassa migliorerà anche l'efficienza dei costi di trasformazione, riducendo l'impatto delle fluttuazioni delle materie prime per i clienti, mantenendo al contempo la competitività del prodotto sul mercato. L'iniziativa è in linea con l'approccio di Trelleborg Blue DimensionTM alla sostenibilità, che si concentra sulla combinazione tra benefici ambientali e vantaggi per i clienti in termini di maggiore efficienza e produttività. "

Il tradizionale processo di produzione degli pneumatici presso lo stabilimento attualmente genera l’equivalente di oltre 11.000 tonnellate di CO2 e consuma 3,5 milioni di litri di olio di fornace all'anno. Con l'introduzione del sistema a biomassa, le emissioni di CO2 saranno ridotte a 1.000 tonnellate per anno, con una riduzione significativa del 90%. La fornitura di biomassa necessaria

per la produzione sarà interamente realizzata dai produttori locali, accorciando la catena produttiva e quindi riducendo ulteriormente l’impatto ambientale, oltre a dare sostegno all'economia locale.

Questa è solo una delle numerose iniziative lanciate dal Gruppo Trelleborg in tutto il mondo per affrontare le sfide del cambiamento climatico, rafforzando il suo impegno nell’essere all'avanguardia nel settore, sostenendo nel contempo l’utilizzo di energie rinnovabili.

Scarica il Comunicato Stampa Ufficiale PDF

"Trelleborg adotterà fonti energetiche rinnovabili nel suo impianto produttivo di pneumatici in Sri Lanka"